4668 visitatori in 24 ore
 213 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



Amara

Amara

Non scrivo diari, neppure privati.
Meno che meno lo sono i miei testi.
Qualcosa di me lo troverete, inevitabilmente, ma sono forme del pensiero che provano a sorpassare le mie
per andare oltre.


(per le Edizioni Opposto è uscito il mio primo libro, si chiama 'il cuore nero dei papaveri') ... (continua)


La sua poesia preferita:
Da queste parti
qui mai niente si conclude
tranne le vite che ci accompagnavano

ogni agire è un impianto volante
come il filo...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Prima (cattivi propositi)
prima che le stelle si scompongano
in grani spenti
e che sia ghiaccio il sole

prima che un vento siderale
disperda le voci
che ora ci accarezzano la carne

prima
che la carne stessa
sia forma decomposta
e inutile

molto...  leggi...

Ofelia
Nel battito in cui
ho sfilato dalla bocca il mio respiro
e l'ho spinto senza rimpianto nella tua

ho deciso che morire è cosa lieve
se asseconda il tratto più fecondo del fiume
tra anse che esplodono erba e fiori
e un tocco...  leggi...

Pari o dispari
equivalente equipollente pari
nulla mi secca più dell 'isomorfismo
del parallelismo simmetrico
del trasformismo che accomoda
una retta sghemba

che nausea da perfezione a specchio
da spocchia che crede di spiccare
equivalendo...  leggi...

A Lilith
di vento e fuoco
risuona il tuo nome
Lilith
genitrice del tuono che ci annuncia

in te vive forte
quel che impaurisce il mondo
madre del peccato di essere femmina

dove quello stesso mondo
vuole consacrarci agnelli
tu irridi ai miseri
e di...  leggi...

Tufo
comprendo e non comprendo
quel che l'amore sia
e davvero non so
se sbavare su un cuore
sia accedere al nirvana
o se meglio possa fare
una combinazione astrale
che spicchi mandati di cattura all'anima

davvero sono incerta nell'uso del...  leggi...

Jazz please
Romba
nella testa stanca
il suono della banda
al seguito di questo funerale
fatto ai vivi
che di morte impastano la vita
e non piango dietro ai fiori
perché anche la mia mano
ha ucciso

se la morte porta in se l'inizio
questo io...  leggi...

Quattro quarti
ho un’occhiaia in meno stamane
un po’ meno viola negli occhi
e nello specchio
la vista è più limpida

lui mi dice sorridendo
che -no
non sarò la più bella del reame-
ma mi posso bastare

nera il giusto
chiara a sufficienza
rossa per...  leggi...

Il mio nome
ho già avuto in regalo la bava di un ragno
a ritessermi il disunito
e i fienili dove ho perduto mille verginità
non sono mai bruciati

ma aspetto ancora un canto
a scoprirmi il viso
senza fare di questa mia testarda...  leggi...

Nelle mie terre
ho trovato nelle mie terre
fazzoletti inesplorati
dove ancora
penetra forte
il profumo dell’erba

senza bagagli
rimarrò un po’ qui
per imparare di nuovo
a respirare

se vuoi entrare
basta una chiave di violino

e la mappa
disegnata col...  leggi...

Dita sporche
Posso prestarvi le mie dita
per fare il preciso conto
di tutti i miei peccati
sono sporche di vita
portatele alla bocca mentre calcolate

Sentite? l'indice sa di sorrisi
mentre il vostro
è amaro e senza tregua

ora assaggiate...  leggi...

A piedi nudi
ti ho nascosto amore
in piccoli cestini
di frutti rossi e fiori

li tengo celati
sotto il mio mantello
passeggiando
nello scuro bosco dei castagni

pesco golosa
porgendo una fragola
alle labbra

ed un lampone
sciolgo dolce alle...  leggi...

Torna l'ombra
torna l'ombra
ad insanguinare gli occhi

stringimi il polso
fino a rallentare il flusso
ed inginocchiami bianca
al rosso dei tappeti

ho avuto solo mani
a paludare voglie
ora ornami in densità di labbra

fulmini le mie dita
per dar...  leggi...

Nessuno li conterà
esagero in abiti rossi
ma col nero
è il mio unico colore

il cielo è grande
e si perde ogni mio sospiro
nessuno li conterà

posso regalare la mia voce
e sbriciolare pezzetti
della mia bocca
come pane per i passeri
ma non...  leggi...

Al mercato delle parole
quasi un venderti
al mercato delle parole
senza nemmeno
imbellettare la merce

girare la testa
sperando forse tu ti perda
non chiedo più nulla

solo vorrei vedere i tuoi occhi altrove
il tuo cuore battere oltre

e di quell'anima
che...  leggi...

Amara

Amara
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Da queste parti (04/02/2012)

La prima poesia pubblicata:
 
Ombra (19/05/2008)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Di lei (27/04/2018)

Amara vi consiglia:
 Ap- prossim- azioni (23/08/2010)
 Cadranno le gemme (leggendo 'In lode della mia Francesca') (04/03/2009)
 Dal treno fermo sul ponte (30/10/2011)

La poesia più letta:
 
Il mio menù (29/10/2008, 17203 letture)

Amara ha 14 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Amara!

Leggi i 980 commenti di Amara

Le raccolte di poesie di Amara


Autore del giorno
 il giorno 31/08/2011
 il giorno 21/06/2011
 il giorno 20/02/2011
 il giorno 03/02/2011
 il giorno 23/10/2010
 il giorno 03/07/2010
 il giorno 23/05/2010
 il giorno 05/02/2010
 il giorno 09/10/2009
 il giorno 29/06/2009
 il giorno 17/03/2009
 il giorno 14/12/2008
 il giorno 11/08/2008

Autore della settimana
 settimana dal 12/01/2010 al 18/01/2010.
 settimana dal 09/06/2009 al 15/06/2009.

Autore del mese
 il mese 01/11/2014
 il mese 01/10/2012
 il mese 01/08/2010

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Amara? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Amara in rete:
Invia un messaggio privato a Amara.


Amara pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Ogni odore, il suo sapore

Natasha, Cristina e Michela sono tre giovani ed esuberanti ragazze che vivono nello stesso appartamento. Natasha è mora (leggi...)
€ 1,49


Questa poesia è pubblicata anche nel sito RimeScelte

Amara

Il mio nome Riflessioni
ho già avuto in regalo la bava di un ragno
a ritessermi il disunito
e i fienili dove ho perduto mille verginità
non sono mai bruciati

ma aspetto ancora un canto
a scoprirmi il viso
senza fare di questa mia testarda libertà
alibi a ogni arroganza
e della mia anarchia un nido
per parassiti del sorriso

aspetto ancora
il coraggio della parola
a distendersi senza ignorare il male
riconoscendo fili dal loro primo capo
per tenderli limpidi
liberi dal disprezzo di un falso teorema
sull'inconsistenza carnale

aspetto un canto che mi parli di me
chiamandomi per nome
non quello imposto nello sgocciare di una mano
ma quello decifrato
nel gorgogliare del liquido rubino
che scorre e sbatte sul suo letto
morbido e pietroso
ancora specchiando tutto l'oro del grano...



Amara 21/08/2009 17:26| 9| 4959

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Nota dell'autore:
«...arrivata ascoltando 'se ti tagliassero a pezzetti' di de Andrè...»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«mi riconosco in molte cose di te, che sai sciogliere nodi così armoniosamente nel detto- non- detto, eppurecosì palese! ora anche nell'amore per Faber!
encantada»
malaluna (26/04/2011) Modifica questo commento

«Signora Libertà,signorina Fantasia... questa sua poesia è splendida e il canto che tu aspetti è una voglia d'amore così semplice come quelle due parole lì...che poi tanto semplici non sono. Ma a parte tutto leggendo si respira un'aria molto bella...»
Jack Pastore (26/08/2009) Modifica questo commento

«Ho come un sussulto, al leggere questa poesia. Come se spilli appuntiti, rivelassero la loro presenza sulla pelle, mentre nella mia mente, cadevano al suolo come petali di una rosa, le parole che leggevo. E' capacita' di tanti poeti, suscitare emozioni piu' meno tristi, profonde, felici ...ma solo di pochi, prendere per mano il lettore e portarlo in quel segreto mondo, chiuso dietro una porta, dimenticata fra i rami di un albero secolare .muto testimone di una vita.»
Gianpiero De Tomi (23/08/2009) Modifica questo commento

«bellissima l'attesa di un canto e... il non rendere promiscuo l'alibi alla liberta',ad ognuno il proprio sentiero! bella»
Nicola Rubino (23/08/2009) Modifica questo commento

«A come prima lettera dell'alfabeto, A come amore, A come anarchica libertà...A come Amara a rachhiudere il tutto. Il concentrato di questi versi sono espressi bene nella frase "aspetto un canto che mi parli di me"...tutti abbiamo bisogno di essere riconosciuti al di fuori delle apparenze, del convenzionale. Molto bella»
Guevara (22/08/2009) Modifica questo commento

«parafrasando fabrizio scrissi tempo fa signora liberta', signorina anarchia. Riuscii poi apubblicarla su "A" rivista anarchica, la stessa che faber per anni ha sostenuto anche economicamente. Un simbolo, quella A che da sempre mi attrae, e finche' campo lo fara'.Molto interiori questi versi che l'autrice emette come un canto, che ammalia non di sirena in malafede, ma anzi vera, come poche poesie sanno fare.»
Cosimo Azzaro (21/08/2009) Modifica questo commento

«c'e' nei versi una chiarezza diretta... interiore... senza veli... bella questa poesia ...come le altre dell'autrice!»
Paolo Eroli (21/08/2009) Modifica questo commento

«signorina libertà, signorina anarchia! se produce queste belle cose, ascoltalo tutto il giorno faber... Ciaooooo amarognola»
Charlo (21/08/2009) Modifica questo commento

«in questi versi, come in tanti altri, l'autrice sa mettersi a nudo, senza veli, diretta e solare, come sempre, una bellissima introspezione, scritta in modo efficace e piacevole alla lettura.»
Club ScrivereTuran (21/08/2009) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Riflessioni
Imparare
Non fidarti dei ricordi
Aqualibrium
Tornando (dal finestrino)
Ceneri
Nero
Meglio
Nelle stelle
Due tempi
In autunno
Il soffio del lupo
Cin cin
Straniati
Oracoli
Caramelle
Ogni 31
Non il fuoco
A questa età
È l’ottobre
Non ancora
Non c'ero
Si impara
Tutto
Sottovoce
Joie de vivre
Il senso della fame
Il calore della pioggia
Se non sai leggerla
L'usignolo
Riscossa
Gradazioni
Da anni
Certi respiri
Tra infiniti
Niente
La luna di capodanno
Gesti
Nessuna favola
Ai bordi
Abilità
In onda
Distanza di sicurezza
Rivoluzioni
Avevamo
L'idea
In bilico
Certe bugie
Lasciatemi
Fermi al vero
Il primo papavero
L'acqua di rose puzza
Prima o poi
Giocando col fuoco
Fra me e me
Holter
Toponomastica (vico dell'Amor Perfetto)
Vietato
Ne parlano tutti
Se vale
Discronie
Di colpo
Alla catena
Bella di notte
Revolver
Va così
Orbicolare
Una costituzione
Il momento
Dal balcone
Comunque vada
Mentre
La condizione della corda da bucato
Stati di moto
Al largo
Scaffali
Il bello
Sette venti
Senza chiedere
And- are
Un'arte
Il mare prossimo all'autunno
D'ottobre
Ouroboros
Ma
Xy
Via da lì
Il modo mio
Anche senza condividere
Tastevin
Brusio
Solo il rosso
Bug
Cinque centesimi di parole
Incroci
Di temporali
Delle comuni conseguenze
Bolle
Al colmo
Da queste parti
Massì
Rimedi
Sirene metropolitane
Breviari
Per dove
Non penserai
Da sudest a nordovest della rosa
Leggendoti
Non è affar mio
Emersioni lente (a mio padre)
Where
La panna è finita
Di questi giorni
Forse lo faccio
Sfumature
Nec cupio dissolvi
Inappetibile
Full stop
Le spighe selvatiche
Miglia
Di schiena
Prima di partire
Il buon caffè del non- poeta
V
Per- dona
Candori
Rischi (breve)
Considerazioni sulla parola
Prima (cattivi propositi)
24- 25 e altri giorni
Rossetto viola n. 17
Quel respiro - ancora
Scegliere
La pietra sopra
Fin qui
Radice
Ogni inutile parola
Trattenendo il respiro
La pazienza dei fili stretti
Ap- prossim- azioni
Non rassomiglia
Asola
A piedi giunti
La ruggine dell'astragalo
Pari o dispari
Damasco
Il limite della cornice
La gentilezza dell'edera
Se- Ma- Però
Mi dico
Prestidigi (...
Il pianista
Poesia scontata
Senza tè
Stanchezza d'ancore
Istinto
Nonsoiltitolo
(Non dirmi T'...)
365
Svogliata
Di quel che so
Certe mani
Nel mio spazio
In- potenza
Quest'ultimo passo
Fermo
Se ascolti
Particolari
Supersonico
Fortunata
Le parole
Il secco
Cosa e quanto
Sotto l'ibisco
Per quanto
Rapimento
Brevità
Correi
Dimentica
Viola e rubino nel nero
Peso sulla mano aperta
Grido
Tutti i miei s- punti
Sincopato
Dimmi se
Senza titolo
Alda
Pensiero
Condannati all'orizzonte
Combinazioni
Uno
Sinusoidi
Supposizione errata
Se davvero
Perle
Forse
Finché
Il senso nei passi
Oltre
La linea viola
Appoggiata allo schienale
Il mio nome
Quando l'amore
Via di fuga
Comunque
Mancia
Limone
Tiepido vento d'estate
Particola- re
Come la neve
L'ultima
Non chiedermi
Giaguaro
Lontana
In breve
Semplice
Banale
Controluce
Sulla paura (che non ho)
I sogni
Forma e cancella
Separando
Atomi
Per favore Caino
Lettera all'amica delusa
Sensi (nel senso)
Acacia
Cerchi perfetti
Riparami il concetto
Zattera
Ancora calda
Spoglie
Poco peso
La scia
Risonanze
La sedia coi nastrini
Il voto
Mi (vi) assolvo
Lascio sul suolo
Lettere bianche
Un bacio
Mi alzerò
è l'ombra
Un'ibrida stagione
Solo qualche grado
Notti
Zitti!
Quando
Cinque lettere vuote
Sorriso
Il pensiero illuminante
L'attesa
Mentre sedevo
Sventola pure
Un'eco
L'aria del pozzo
Inconfessabile
Nella bellezza dell'orchidea
Questi giorni
Melassa e fiele
La rosa, la neve, il fango
Ritmo
Anima candida
Morsi
Cercando
Carezza d'ombra
Altra riva
Scia
Disarmonica
Libera

Tutte le poesie

In quattro quarti
Compendio
Arroganza
Contenti voi
Per me
Il difetto
Almeno
Jazz please
Adagio
Quattro quarti
Dita sporche
Nelle mie terre
Notti
Distratta
Il mio nome
Nera
Posso - rosso
Segni allegri nella polvere
E- venti
Giocando
Tango per carne antica
Quel respiro - ancora
Frequenze
Viola (quasi nero)
Pari o dispari
Parca (Atropo)
Reggae time
Rossetto viola n. 17
Viola e rubino nel nero
Solfeggio
Tutto il tempo
Eclissi
V




Premio Scrivere 2009
Insonne Le lunghe notti del poeta Terzo premio
Quando taccio Poesia d'amore



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it